Home » Oroscopo: verità o fantasie?
Clicca qui per ASCOLTARE la lettura dell'articolo
Getting your Trinity Audio player ready...

Molti credono agli oroscopi, nonostante il dispiegarsi continuo della razionalità tecnologica nella società occidentale. Questo è successo probabilmente perché “Dio è morto”, è morta la religione ed ha vinto su tutto la superstizione. Finché ci sarà gente che crede agli oroscopi non ci sarà nessun cambiamento strutturale della società, nessuna palingenesi. Gli oroscopi sono segni di fatalismo. Gli oroscopi portano a lasciare tutto com’è, ad essere reazionari. Nessuno cercherà mai di cambiare il mondo, essendo così credulone. Credere negli influssi astrali è una arma di distrazione di massa. Paolo Villaggio molto ironicamente ed intelligentemente diceva che non credeva agli oroscopi e che ci avrebbe creduto quando gli astrologi avessero predetto disastri come quello del Titanic alle vittime. Ad ogni modo nessun oroscopo del giorno personalizzato ha mai predetto simili sciagure. Inoltre l’astronomia sbugiarda completamente l’astrologia perché le costellazioni sono tredici e non dodici. Esiste anche la costellazione di Ofiuco o del Serpentario. Gli scienziati non capiscono come mai questa costellazione non influisca minimamente sulle persone. Insomma l’astrologia è ciarlataneria per chi la pratica e dovrebbe vergognarsi chi abusa della credulità popolare. È una teoria cosiddetta parascientifica, un antico retaggio che ci portiamo dietro. Un tempo l’ottimo De Gregori intitolò un album “Scacchi e tarocchi”. Gli scacchi sarebbero la mera razionalità. In realtà alcune ricerche hanno dimostrato che sono frutto di memoria più che di strategia e quindi di intelligenza. I tarocchi invece rappresentavano secondo il grande cantautore l’interpretazione del destino e dell’imponderabile. Insomma da sempre siamo una mistura inenarrabile di razionale ed irrazionale. Ma non c’è soltanto questo perché credere nei segni zodiacali(come dovresti essere realmente) e negli ascendenti(come dovresti essere con gli altri…uso il condizionale perché non ci credo) significa credere ad una teoria falsa ed ingenua di personalità. Molti sono restii a credere ai test di personalità e poi credono in simili corbellerie. Il problema è che le persone andranno sempre più dal cartomante, dal sensitivo e non dallo psicologo. Infatti chi va dallo psicologo pensa se non di cambiare il mondo esterno almeno di cambiare se stesso. Secondo la psicologia e la psichiatria l’uomo può cambiare. Secondo Freud gli esseri umani possono affrancarsi dalla nevrosi e possono evolversi, ovvero tramutare l’inconscio nell’Io, far diventare conscio l’inconscio. Gli oroscopi sono nemici di concetti come quelli di cambiamento e di libero arbitrio. Chi crede nell’astrologia ritiene che non possano cambiare gli esseri umani e neanche il mondo: questa ciarlataneria aiuta il mantenimento dello status quo. Non è un caso che grandi reti televisive, giornali, riviste abbiano gli astrologi. Ci sono anche persone che si comportano e fanno delle scelte in base al loro astrologo di fiducia. Anche in oriente c’è chi consulta gli I King e crede ai loro oracoli. Ma credere a tutto ciò è anche mancanza di fantasia.

 

Davide Morelli – Pontedera

Post correlati

Share via
Copy link
Powered by Social Snap